FECONDAZIONE ASSISTITA. Tutte le tappe del percorso (dott.ssa Angela Prezioso)

Il percorso che porta ad una fecondazione assistita, a prescindere dal centro scelto, è lo stesso in tutta Europa.
Dopo aver effettuato la visita specialistica per la coppia, la donna si sottopone a visita ginecologica completa e approfondita di norma comprensiva di ecografia transvaginale e citologia; se necessario, l’ uomo effettua una visita andrologica. Verrà, quindi, deciso il percorso da seguire.
Spesso si procede ad una valutazione ormonale basale per verificare la effettiva capacità della donna di produrre ovuli.
Laddove sia necessario verrà richiesta una isterosalpingografia (ISG) per verificare la pervietà tubarica.
E’ importante effettuare una isteroscopia per avere una visione completa dell’utero. L’isteroscopia è una tecnica mini-invasiva endoscopica che, attraverso l’uso di un’ottica con telecamera sottilissima e di strumenti adeguati, consente di diagnosticare (isteroscopia diagnostica) e curare (isteroscopia operativa) diverse condizioni patologiche. Verrà eseguita all’ 8/10° giorno del ciclo. L’ isteroscopia, nella maggior parte dei casi è una tecnica indolore ma spesso viene effettuata praticando una sedazione; la procedura durerà 10/20 minuti e la paziente dopo qualche ora può tornare a casa.
Per effettuare una fecondazione assistita, la coppia dovrà praticare prelievi ematici, tamponi vaginali per la donna e per l’uomo una raccolta di liquido seminale.
Presso la nostra struttura gli esami possono essere effettuati con ricetta medica in qualsiasi momento, durante i giorni  lavorativi, preferibilmente la mattina.
ESAMI PER LA DONNA
Screening di base: Urine, Azotemia, Glicemia, Emocromo, Quadro Proteico, Transaminasi, Bilirubina, Emogruppo, PT, PTT, Fibrinogeno, Na, K, ECG; accertamenti eseguiti anche per stabilire la possibilità di sottoporsi ad anestesia e analgesia previste per il prelievo degli ovociti. Questi esami vengono eseguiti in regime di prericovero o durante il monitoraggio dell'ovulazione.
Screening ormonale: eseguiti in precisi giorni del ciclo, i più frequenti sono estradiolo, LH, FSH e AMH (ormone antimulleriano).
Screening infettivologici: HBsAg, HBsAb, HCV, HIV, VDRL/TPHA. In questo screening è incluso il complesso TORCH, il tampone vaginale per germi comuni e il tampone cervicale per batteri patogeni (mycoplasma, ureaplasma e clamydia).Gli esami hanno una validità semestrale.
Screening genetico: Mappa Cromosomica, Fibrosi Cistica ed Elettroforesi dell’ emoglobina, sono esami sempre validi, vengono effettuati una sola volta nella vita. In presenza di familiarità trombofiliche, verrà richiesto il pannello completo per mutazioni genetiche della trombofilia.
ESAMI PER L’UOMO
Anche il partner effettuerà uno Screening di base e genetico uguale alla donna.
Screening ormonale: FSH, LH, delezione del cromosoma Y.
Spermiogramma: spesso abbinato alla spermiocultura, la sua affidabilità dipende da una corretta esecuzione; astinenza completa prima dell’ esame di 3/5 giorni, sospensione di terapie farmacologiche, raccolta del campione mediante masturbazione manuale preferibilmente nel laboratorio in cui viene effettuato l’ esame.
Screening infettivologico: HBsAg, HBsAb, HCV, HIV, VDRL/TPHA. Spermiocultura per germi comuni e ricerca di Clamydia, Mycoplasma e Ureaplasma; la spermiocultura non necessita di giorni di astinenza. Lo screening infettivologico ha una validità semestrale.

Dott.ssa Angela Prezioso
Ostetrica - Genesis Day Surgery
per info: genesiscaserta@gmail.com