Voglia di avere un figlio. INSEMINAZIONE ARTIFICIALE: di cosa si tratta e QUANDO si consiglia

Per “Inseminazione Artificiale” si intende l’Inseminazione IntraUterina (IUI), detta anche AIH (Inseminazione Artificiale Omologa), che è una tecnica di base o di primo livello, semplice e poco invasiva. Consiste nell’introduzione del liquido seminale, opportunamente trattato, all’interno della cavità uterina.
La IUI può essere consigliata nei casi di:
• incompatibilità muco cervicale e liquido seminale
• infertilità inspiegata
• ripetuti insuccessi di induzione dell’ovulazione e di rapporti mirati
• infertilità di grado lieve o moderato
• difficoltà nel rapporto sessuale (vaginismo, impotenza coeundi, ecc.)

Può essere eseguita durante la fase ovulatoria di un ciclo spontaneo o indotto, necessita di un monitoraggio ecografico ed ormonale della crescita follicolare, ovvero una ecografia e un prelievo ematico a giorni alterni.
Per avere concrete probabilità di successo, occorre che almeno una tuba sia funzionale e che il seme maschile sia soddisfacente, per lo meno dopo la capacitazione. Individuato il momento dell’ovulazione, si procede all’inseminazione; gli spermatozoi, dopo opportuno trattamento, vengono trasferiti tramite un catetere nella cavità uterina.


Voglia di avere un figlio. INSEMINAZIONE ARTIFICIALE: di cosa si tratta e QUANDO si consiglia Voglia di avere un figlio. INSEMINAZIONE ARTIFICIALE: di cosa si tratta e QUANDO si consiglia Reviewed by on 02:38 Rating: 5